Miti sullo stupro, sessualizzazione delle bambine e Corrado Augias

il ricciocorno schiattoso

Uno dei miti sullo stupro più radicato nella nostra cultura è sicuramente quello che racconta che solo un certo tipo di persone rischia di subire uno stupro, quelle donne che in qualche modo “se la vanno a cercare”: perché provocano, perché vestono in un certo modo, perché sono belle e/o perché sono “facili”.

Per definire quell’insieme di false credenze che incoraggiano e giustificano l’aggressività sessuale maschile, creando un clima sfavorevole alle vittime, si usa l’espressione “cultura dello stupro“.

Nella cultura dello stupro rientrano anche fenomeni come l’ipersessualizzazione e l’oggettificazione del corpo femminile operata dai media: in una società che ci mostra prevalentemente immagini di corpi femminili impegnati a sedurre, le donne imparano sin da piccole a pensare a se stesse come ad oggetti sessuali, il cui valore è dato dalla capacità di essere attraenti.

Da tempo si denuncia il preoccupante fenomeno della sessualizzazione di…

View original post 891 more words

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s