Ripetere aiuta

Lunanuvola's Blog

Repetita iuvant. E voi, esimi professionisti dell’informazione, avete ripetuto e ripetuto e ripetuto per anni, sordi a qualsiasi richiesta di cambiare rotta e ciechi a qualsiasi dispiego di fatti che motivava le richieste suddette, la favola del “raptus”. Ogni violenza contro donne, ragazze, bambine e bambini, compiuta da un essere umano di sesso maschile, non importa quanto premeditata, quanto preceduta da atti simili, quanto efferata, trascende grazie al raptus la responsabilità personale di chi la agisce. Uomini meravigliosi – che avevano prima solo picchiato un po’, fatto quel tantino gli stalker, umiliato e abusato ma leggermente – colti da improvvisa irresistibile frenesia stuprano e/o uccidono. E poi tornano in sé? No, il raptus persiste e tiene cucita la bocca del pover’uomo e gli spettina i ricordi, cosicché costui continua a vivere spensierato sino a che i carabinieri o la polizia lo trovano e gli sbattono davanti impronte digitali e rispondenze…

View original post 535 more words

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s